Chiusa con grande successo l’edizione di Più libri più liberi 2023

0
170
più libri più liberi Nuvola

Si chiude con un eccezionale successo Più libri più liberi, l’evento culturale più importante della capitale. Al pubblico affezionato si aggiunge una fetta di ulteriori appassionati: con oltre 115mila presenze, la Fiera nazionale della piccola e media editoria, organizzata dall’Associazione Italiana editori (AIE) e ospitata dal Roma convention center – La Nuvola dell’Eur, raggiunge il record assoluto di presenze. L’appuntamento è per il prossimo anno dal 4 all’8 dicembre. 

Moltissimi gli ospiti italiani e internazionali che hanno partecipato agli oltre 670 appuntamenti di questa edizione in cui scrittrici e scrittori italiani e internazionali hanno parlato di Nomi, cose, città, animali, libri, editoria, nuove uscite, e poi ancora grandi temi, scienza, utopie, giornali e informazione in un gioco senza fine. Tra gli incontri più seguiti quello dedicato ai bambini con Pera Toons, e poi ancora Luciano CanforaCorrado Augias e Simone Pieranni in dialogo con Cecilia SalaAlessandro Barbero con Giuseppe LaterzaPaolo GiordanoFrancesca MannocchiMarco ZatterinRancoreFumettibruttiCarlotta Vagnoli, Riccardo Falcinelli con Irene GraziosiSabino CassesePatrick ZakiPegah Moshir PourMarianna Aprile e moltissimi altri.Tra i molti autori stranieri Eliane BrumMargo JeffersonMerlin HollandBrenda NavarroJan BrokkenChristopher PaoliniRobert Perisić e lo scrittore di origini ghanesi Nana Kwame Adjei-Brenyah

Il Presidente dell’Associazione Italiana Editori, Innocenzo Cipolletta, ha dichiarato: «è stata una grande festa del libro: l’AIE è orgogliosa di essere stata anche quest’anno accanto ai piccoli e medi editori nell’organizzare una manifestazione unica in Europa nella sua capacità di dare visibilità a una produzione che il pubblico mostra di apprezzare sempre di più. È una produzione editoriale pluralista, come è giusto che sia, e che rappresenta la ricchezza dell’offerta culturale italiana: qui c’è tutta la piccola e media editoria italiana». 

«La nostra manifestazione cresce ancora: nel suo pubblico, che ha affollato gli oltre 670 incontri, negli studenti, che sono stati oltre 17.000, nella sua vocazione internazionale e con tutti gli incontri svoltisi nel Rights Centre» ha detto Annamaria Malato, Presidente di Più libri più liberi. «Ma al di là dei numeri credo che il nostro sia diventato un evento imprescindibile per l’editoria italiana, un luogo nel quale si può davvero comprendere dal punto di vista dei piccoli e medi editori cosa stia succedendo al nostro settore. Comprensione utile e necessaria in previsione dei cambiamenti epocali che sono in atto, dai nuovi mezzi di promozione e comunicazione all’intelligenza artificiale, dalle difficoltà alle opportunità di un mercato sempre più aperto e globale». 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here