Iran attacca Israele con droni e missili

0
32

ASCOLTA IL SERVIZIO

La decennale guerra ombra tra Israele e Iran diventa scontro aperto. Ondate di droni e missili sono stati lanciati dal territorio iraniano verso quello israeliano nel primo attacco diretto di Teheran a Tel Aviv. Attacchi circoscritti sono partiti anche dalle forze filo-iraniane in Iraq, Libano e Yemen. Limitati, nel complesso, i danni: ci sono alcuni feriti, tra cui una bambina, prevalentemente nel deserto del Negev. A protezione di Israele sono intervenute anche le forze aeronavali Usa, britanniche, giordane che hanno rafforzato l’iron-dome,lo scudo anti-aereo israeliano: “abbiamo neutralizzato il 99% degli attacchi -dice il portavoce dell’esercito di Tel Aviv Daniel Hagari. 

La notte di guerra nei cieli Mediorientali e del Golfo è durata oltre 5 ore ma dall’alba gli attacchi si sono fermati. “Abbiamo esercitato il nostro diritto di autodifesa .scrive L’Iran all’ONU- per noi la questione è conclusa a meno che Israele non decida di rispondere”. Per molti osservatori l’Iran, in sostanza, avrebbe puntato ad una risposta significativa ma non devastante. Israele deciderà sul da farsi nel pomeriggio quando riunirà il suo gabinetto di guerra. Tra qualche ora su richiesta di Israele dovrebbe riunirsi a new York il Consiglio di sicurezza ONU.